Le Vie Cave

Si tratta di Vie scavate nel tufo, con pareti spesso alte anche venti metri, alcune lunghe circa un chilometro, dalla larghezza di circa due o tre metri, in alcuni tratti chiuse in alto dalle fronde degli alberi che formano una verde ed ombrosa galleria. Il microclima di questi ambienti umidi ed ombrosi permette la vita all’interno delle Vie Cave a muschi, licheni e felci. Sul fondo sono evidenti i segni degli zoccoli degli asini che per secoli vi hanno transitato, quali mezzi di trasporto che accompagnavano gli uomini a lavorare la campagna.
Questi spettacolari e suggestivi percorsi tracciati dagli Etruschi scavando la viva roccia, perché sono stati realizzati?
Erano solo vie di comunicazione, come sostengono alcuni, o percorsi sacri?
Non è facile dare una risposta, però è indubbio che in prossimità di ogni Via Cava sono state rinvenute necropoli, più o meno numerose.

Mappa Vie Cave
Scarica la mappa in dimensioni reali (Zip file 234 kb)

VIE CAVE E SENTIERI
La Mappa presenta soltanto la rete dei Sentieri e delle Vie Cave che sono effettivamente ed agilmente percorribili.
I percorsi riportati costituiscono già di per sé una proposta importante, un nucleo ricco e articolato, ma che è parte di una rete sentieristica molto più ampia; pertanto le proposte riportate nella mappa possono essere messe in relazione con altri percorsi nel territorio di Pitigliano e con percorsi nei territori dei comuni di Sorano e Manciano

PARTENZA dall’ Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica – Piazza Garibaldi .

PRIMO ITINERARIO - VIA CAVA DI POGGIO CANI (rif. mappa 3)
Percorrere il centro storico in tutta la sua lunghezza fino alle mura etrusche (porta di Sovana).
Seguire per la Via Cava di Poggio Cani, che è la più vicina al paese ma di dimensioni più modeste rispetto ad altre.
Arrivati alla strada asfaltata, si possono seguire tre itinerari:
- Via Cava di Fratenuti (rif. mappa 6)
- Via Cava di S. Giuseppe (rif. mappa 5)
- Sentiero delle Cascate – fino al ponte romanico e cascata del Londini (rif. mappa 1)


SECONDO ITINERARIO – SENTIERO DELLE CASCATE (rif. mappa 1)
Attualmente non agibile
Unico tratto dalla strada asfaltata dopo il ponte direzione Sovana sino al ponte romanico/cascate del Londini.

VIA CAVA DI FRATENUTI (rif. mappa 6)
Usciti dalla Cava di Poggio Cani, attraversare la strada asfaltata e proseguire verso destra. Poco dopo, sulla sinistra seguire l’indicazione Via Cava di Fratenuti. E’ forse la Via Cava più spettacolare, con pareti alte fino a venti metri .
Una volta percorsa la via Cava, risalire sul pianoro soprastante; seguendo il sentiero, ben individuabile da una staccionata che lo fiancheggia quasi costantemente, ci si trova su una strada asfaltata con scarso traffico.
A sinistra si prosegue verso l’incrocio denominato “Le quattro strade”.
Ancora a sinistra si scende verso il Santuario “Madonna delle Grazie” (punto panoramico). Si prosegue per Pitigliano lungo la Via Cava della Madonna delle Grazie (rif. mappa 7)
Arrivati sull'asfaltata si gira a destra e superato di poco il bivio per Sovana, a sinistra si può risalire al paese per l’antica strada detta “Selciata”, dove ci sono i lavatoi medicei e il più grande degli archi dell’acquedotto.


VIA CAVA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE (rif. mappa 7)
Si parcheggia nello slargo di fronte al Santuario “Madonna delle Grazie” (punto panoramico). Si prosegue lungo la Via Cava della Madonna delle Grazie.


VIA CAVA DEL GRADONE (rif. mappa 8)
href="http://www.comune.pitigliano.gr.it/index.php?T1=8018&T2=2">Museo Archeologico all’aperto “Alberto Manzi” con ingresso dalla Strada Provinciale 127 del Pantano.
Per orari e informazioni:
Museo Archeologico all'aperto A.Manzi
Via Cava del Gradone, S.P. 127 - Tel. 0564 614067
midivertonelmuseo@alice.it
Pagina facebook: Mi diverto nel Museo


PASSEGGIATA PANORAMICA (rif. mappa 2)
E’ una strada che circonda tutt’intorno il borgo antico (al momento non totalmente percorribile) e che permette una bella vista panoramica da un insolito punto di vista, dal basso verso l’alto. Lungo il percorso due scalinate permettono di risalire in paese. Attualmente chiusa in gran parte, per lavori di consolidamento del masso tufaceo su cui si erge Pitigliano, si può scendere la scalinata che si trova in Piazza Petruccioli, passando sotto l'Acquedotto mediceo e proseguendo lungo il sentiero sterrato si arriva alla Via Cava di Poggio Cani, oppure, potete risalire in paese dalle scale della Porta di Sovana o proseguire per un altro tratto e rientrare dalle scalette sulla sinistra che portano al borgo.


VIA CAVA DI S. GIUSEPPE arrivando dalla Via Cava di Poggio Cani (rif. mappa 5)
Usciti dalla Cava di Poggio Cani, attraversare la strada asfaltata girare a destra, superare l’accesso alla Via Cava di Fratenuti proseguendo ancora lungo la strada asfaltata, attraversare un vecchio ponte sulla Lente fino ad arrivare ad un’area attrezzata per pic-nic, dove si può anche consultare un’ampia documentazione sulla fauna ittica della zona.
Si prosegue per la Via Cava di S. Giuseppe. E’ la Via Cava più lunga e presenta nel fondo le impronte degli zoccoli degli asini che per secoli l’hanno percorsa.
Lungo il percorso, sulla sinistra si trova una necropoli; più avanti, incastrato fra due massi, un quadro raffigurante S. Giuseppe della pittrice Licia Formiconi. Risalita tutta la Cava, si trova un sentiero che conduce alla Fontana dell’Olmo.
Da qui si può continuare fino a Sovana oppure tornare indietro fino all’incrocio e, se non si vuol ripercorrere la Via Cava, girare a sinistra e ritornare per la asfaltata (con scarsissimo traffico).
In prossimità del ponte sul Lente, si può risalire al paese per il sentiero delle Cascate o per la via Cava di Poggio Cani.

VIA CAVA DELL’ANNUNZIATA (rif. mappa 4)
ATTUALMENTE INAGIBILE