Comune di Pitigliano

09-05-2012 Nuove regole per le iscrizioni anagrafiche

Il 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina che introduce il “cambio di residenza in tempo reale” (art. 5 D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35).
I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, utilizzando esclusivamente i moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell’interno e sul sito istituzionale del Comune di Pitigliano, con una delle seguenti modalità:
• allo sportello anagrafe del Comune di Pitigliano
• per posta (le istruzioni ministeriali indicano la raccomandata),
• per fax
• per via telematica.
La presentazione della dichiarazione anagrafica per via telematica deve essere fatta secondo una delle seguenti modalità:
a) la dichiarazione deve essere sottoscritta con firma digitale;
b) l'autore deve essere identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o in ogni caso con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
c) la dichiarazione deve essere trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente.
d) la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente e la copia del documento d’identità del richiedente devono essere acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.


Alla dichiarazione deve SEMPRE essere allegata copia del documento d'identità o di riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente.
Tutti i maggiorenni che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente devono anche sottoscrivere il modulo di dichiarazione anagrafica.
In mancanza, deve essere conferita specifica procura a chi presenta la dichiarazione ai sensi dell’art. 38 comma 3-bis dpr. 445/2000 allegando fotocopia del documento di riconoscimento (non va autenticata dal notaio).

La dichiarazione, per essere considerata ricevibile, deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo e contrassegnati da * .

ATTENZIONE !
I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla dichiarazione anagrafica i documenti comprovanti la regolarità del soggiorno indicati nell’Allegato A
I cittadini di Stati appartenenti all’Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla dichiarazione anagrafica i documenti comprovanti il possesso dei requisiti previsti dal d.lgs. n. 30/2007 e indicati nell’Allegato B

In caso di trasmissione con modalità diverse dalla presentazione diretta allo sportello anagrafe, si invita a prestare la massima cura nella compilazione del modulo, onde evitare che la dichiarazione venga considerata non ricevibile, secondo quanto disposto dal Ministero dell’interno (Circ. n. 9 del 27.4.2012).
Si precisa, inoltre, nell’interesse del dichiarante, che nella dichiarazione anagrafica, da rendersi, lo si ribadisce, su moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell’interno e sul sito istituzionale del Comune di Pitigliano, l’indirizzo di abitazione dovrà essere specificato in maniera precisa e completa, con l’indicazione del numero civico esatto, del piano e dell’interno.

Si comunica, inoltre che, la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre dalla data di presentazione della dichiarazione e che entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni “documentate”.
Nel caso iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 2 giorni lavorativi il comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed entro 5 giorni alla verifica dei dati forniti dal dichiarante.
Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni destinate a soggetti PRIVATI.
Il Comune che riceve la dichiarazione anagrafica, entro 45 giorni dalla dichiarazione, procede all’accertamento dei requisiti cui è subordinata l’iscrizione anagrafica (prima tra tutti l'effettiva dimora abituale).
Trascorso tale termine senza che siano pervenute al cittadino comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).
In caso di accertamento negativo, e/o accertata mancanza dei requisiti il procedimento verrà annullato, l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Modulistica:
Dichiarazione di residenza
Dichiarazione di residenza - Allegato A
Dichiarazione di residenza - Allegato B
Dichiarazione di trasferimento di residenza all'estero
Procura per rappresentanza per presentazione istanze

Tutte le comunicazioni e le dichiarazioni anagrafiche relative al comune di Pitigliano dovranno essere trasmesse ad uno dei seguenti indirizzi:


PRESENTAZIONE DIRETTA ALLO SPORTELLO
SERVIZI DEMOGRAFICI – Ufficio Anagrafe - Piazza G. Garibaldi 37 – 58017 Pitigliano- Tel. 0564 616322
Orario di apertura al pubblico
Lunedi 9,00-12,00
Martedi 9,00-12,00 15,00-17,00
Mercoledi 9,00-12,00
Giovedi 9,00-12,00
Venerdi 9,00-12,00

INDIRIZZO POSTALE
Comune di Pitigliano – Servizi Demografici – Ufficio Anagrafe
Piazza G.Garibaldi 37 – 58017 Pitigliano (Gr)

FAX:
0564 616738

E-MAIL semplice:
anagrafe@comune.pitigliano.gr.it

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA:
anagrafe@pec.comunepitigliano.it


04-10-2017 Laboratori didattici 2017-2018

Le attività didattiche sono proposte e organizzate da personale qualificato della Cooperativa Sociale Zoe, società incaricata dal Comune di Pitigliano della gestione dei Musei Civici di Pitigliano.
Le informazioni circa le proposte didattiche e le prenotazioni si concordano telefonando al numero 389-5933592 oppure inviando una e-mail all’indirizzo: museo@comune.pitigliano.gr.it
Download Regolamento e modulistica

Laboratori didattici:
Il bosco in un erbario
Dai fiori nasce il color...
I vasi di Laran
Scrivere in Etrusco
La scatola dei mestieri
Un giorno da archeologo
Scavare una necropoli etrusca: il mestiere dell'antropologo
La bottega del restauratore
A tavola con gli etruschi







09-12-2017 Pubbliche Affissioni

Con decorrenza dal 01.12.2017 il servizio di pubbliche affissioni è stato internalizzato dal Comune di Pitigliano.
I pagamenti potranno quindi essere eseguiti:
Su conto corrente postale 109579 intestato a Comune di Pitigliano Servizio Tesoreria
Tramite bonifico bancario IBAN IT 46 V 08851 72330 000000005000
Direttamente presso gli sportelli della Tesoreria Comunale Banca TEMA in Piazza della Repubblica

Download tariffe e informazioni su orari ricevimento manifesti

Info:
info@comune.pitigliano.gr.it
Cell. 320 3827301



09-01-2018 Imposta di Pubblicità Permanente

Con decorrenza dal 01.12.2017 la gestione dell'Imposta di Pubblicità è stata internalizzata dal Comune di Pitigliano.
I pagamenti, da effettuare entro il 31 gennaio di ogni anno potranno quindi essere eseguiti:
Su conto corrente postale 109579 intestato a Comune di Pitigliano Servizio Tesoreria
Tramite bonifico bancario IBAN IT 46 V 08851 72330 000000005000
Direttamente presso gli sportelli della Tesoreria Comunale Banca TEMA in Piazza della Repubblica

Download tariffe e informazioni

Info:
info@comune.pitigliano.gr.it




04-05-2018 Bando per l’assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione – Anno 2018

E' stato pubblicato l'avviso pubblico per la formazione di una graduatoria per l'erogazione di contributi alle famiglie a ’integrazione del canone di locazione.

Le domande potranno essere presentate all’Unione dei Comuni Montani “Colline del Fiora” o presso gli Uffici dei Servizi Sociali dei comuni associati (Manciano, Pitigliano e Sorano) a partire dal 14 maggio 2018 e fino al 29 giugno 2018

Avviso

Bando

Schema di domanda



10-05-2018 Asilo Nido. Apertura iscrizioni a.e. 2018-2019

Dal 15 maggio al 30 giugno è possibile presentare le domande di iscrizione o rinnovo per usufruire del servizio dell'Asilo Nido Comunale Papaveri e Papere di Pitigliano.

Le domande dovranno essere presentate dal 15 maggio al 30 giugno al Comune di Pitigliano - Ufficio Protocollo - utilizzando esclusivamente la modulistica allegata .


Modulo per nuova iscrizione Asilo Nido Comunale

Modulo per rinnovo iscrizione Asilo Nido Comunale

Regolamento Asilo Nido Comunale


11-05-2018 Comunicazione candidati ammessi ed esclusi - Procedura selettiva pubblica, per esami, per la copertura a tempo pieno e indeterminato di 1 posto di categoria B3 interamente riservato agli appartenenti alle categorie protette di cui all’art.1 - L. 68/1999.

Si informa che con atto n° 50 del 10.05.2018 sono state assunte le determinazioni in merito all’ammissione ed esclusione dei candidati alla selezione per la copertura a tempo pieno e indeterminato di 1 posto di categoria con profilo professionale "Collaboratore amministrativo" interamente riservato agli appartenenti alle categorie protette di cui all’art.1 - L. 68/1999.

Elenco candidati ammessi ed esclusi


14-05-2018 IMU 2018

Il versamento dovrà essere effettuato:
1^ Rata - Acconto: 18 giugno 2018
2^ Rata - Saldo: 17 dicembre 2018

E' possibile versare l'intero importo (acconto+saldo) entro la scadenza della 1^ rata.

ALIQUOTE:
Aliquota base: 9,00 per mille per tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non incluse nelle sottostanti classificazioni, comprese le aree fabbricabili.

Prima casa e relative pertinenze: 4,00 per mille (SOLO categorie catastali A/1, A/8, A9)
Per la prima casa eventualmente soggetta a IMU è possibile applicare una detrazione di 200 euro. La detrazione va rapportata al numero dei proprietari residenti ed al periodo in cui sussistono i requisiti.

Gli immobili strumentali all'attività agricola, i terreni agricoli, le prime case, con esclusione di quelle appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8, con relative pertinenze sono esenti da IMU.


Il versamento dovrà essere effettuato solo tramite modello F24 dove:
G716 è il codice catastale del Comune di Pitigliano
3912 – codice tributo abitazione principale e relative pertinenze – quota al Comune
3913 – codice tributo per fabbricati rurali ad uso strumentale – quota al Comune
3914 – codice tributo per i terreni – quota al Comune
3916 – codice tributo per le aree fabbricabili – quota al Comune
3918 – codice tributo per gli altri fabbricati – quota al Comune
3925 - codice tributo per gli immobili classificati nel gruppo catastale D – quota allo Stato
3930 - codice tributo per gli immobili classificati nel gruppo catastale D – quota al Comune
3923 – codice tributo per interessi da accertamento – quota al Comune
3924 – codice tributo per sanzioni da accertamento – quota al Comune

E’ possibile effettuare il calcolo dell’IMU in acconto e stampare il modello F24 tramite il link attivato dal Comune di Pitigliano con ANUTEL all’indirizzo http://www.riscotel.it/calcoloiuc2018/?comune=G716
VERIFICANDO CHE LE ALIQUOTE PROPOSTE SIANO QUELLE ADOTTATE DAL COMUNE DI PITIGLIANO.

Si ricorda che:

- Gli immobili rurali strumentali all’attività agricola ed i terreni agricoli presenti sul territorio comunale attualmente sono esenti da IMU

- per i fabbricati di categoria D (esclusi D10) l’aliquota standard dello 0,76% sarà riservata allo Stato e lo 0,14% al Comune;

- Per tutti gli altri immobili il versamento dovrà essere effettuato esclusivamente a favore del Comune.

- Il valore catastale su cui applicare le aliquote dovrà essere calcolato aumentando la rendita catastale del 5% e moltiplicando il risultato per i seguenti coefficienti:
o categoria A (esclusa A10), C/2, C/6, C/7 moltiplicatore 160
o categoria. B, C/3, C/4, C/5 moltiplicatore 140
o categoria A/10, D/5 moltiplicatore 80
o categoria D (esclusa D5) moltiplicatore 65
o categoria C/1 moltiplicatore 55

- Non possono essere considerate più di tre pertinenze di cui una nella categoria C2, una nella categoria C6 ed una nella categoria C7

- la base imponibile è ridotta del 50% per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; ai fini dell'applicazione delle disposizioni della presente lettera, il soggetto passivo attesta il possesso dei requisiti nel modello di dichiarazione di cui all'art.9, comma 6, del D.Lgs n.23/2011. La riduzione si applica anche alla TASI

- Possono essere considerate prime case di abitazione gli immobili di proprietà di anziani residenti in istituti di ricovero, in quanto stabilito con specifica regolamentazione comunale adottata con delibera del Consiglio Comunale n.39 del 30.10.2012.

DICHIARAZIONE DI VARIAZIONE
La dichiarazione di variazione può essere compilata on line e stampata da http://www.riscotel.it/dichimu/dichiarazioneimu.php?comune=G716.
Il termine per la presentazione della dichiarazione è attualmente fissato al 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta.

Per qualsiasi informazione in merito, il contribuente potrà rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune di Pitigliano anche telefonicamente al numero 0564 616322

Download Regolamento IMU


14-05-2018 TASI 2018

TASI 2018
Il versamento dovrà essere effettuato in due rate:
Acconto: scadenza 18 giugno 2018
Saldo: scadenza 17 dicembre 2018

ALIQUOTE:
Nel Comune di Pitigliano il pagamento della TASI è previsto per tutti gli immobili e aree fabbricabili, compresi i fabbricati strumentali all’attività agricola all’aliquota dell’1 per mille.

Sono esenti da TASI le unità immobiliari adibite ad abitazione principale e relative pertinenze diverse da quelle di cat. A/1, A/8 e A/9.

In caso di immobili locati l'imposta è dovuta per l'85% dai proprietari e per il 15% dal locatario.

E’ possibile effettuare il calcolo della TASI e stampare il modello F24 tramite il link attivato dal Comune di Pitigliano con ANUTEL all’indirizzo http://www.riscotel.it/calcoloiuc2018/?comune=G716
VERIFICANDO CHE LE ALIQUOTE PROPOSTE SIANO QUELLE ADOTTATE DAL COMUNE DI PITIGLIANO.


Soggetti passivi:
Sono tenuti al pagamento dell’imposta tutti i proprietari (o soggetti titolari del diritto di usufrutto, uso, abitazione) di immobili siti nel territorio comunale ognuno per la propria quota parte.
Nel caso in cui l'unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare, l'occupante è tenuto a versare la TASI nella misura del 15%; la restante quota è corrisposta dai titolare del diritto reale sull'unità immobiliare ognuno per la propria quota parte.
- In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal proprietario dell'immobile.
- In caso di locazione finanziaria, la TASI è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto.

Base imponibile:
La base imponibile della TASI è quella prevista per l'applicazione dell'Imposta Municipale Propria (IMU), determinato ai sensi dell’articolo 5 del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, e dei commi 3 e 4 dell’articolo 13 del Decreto Legge n. 201 del 2011, a precisamente:
Fabbricati iscritti in catasto: rendita catastale, vigente al 1° gennaio dell’anno d’imposizione, rivalutata del 5%, con applicati i seguenti moltiplicatori, diversi a seconda della categoria catastale del fabbricato:
Categoria Catastale “A” ( escluso A/10) moltiplicatore = 160
Categoria Catastale C/2-C/6-C/7 – moltiplicatore = 160
Categoria Catastale D4 – moltiplicatore = 65
Categoria Catastale D5 – moltiplicatore = 80
Valore imponibile = rendita catastale x 1,05 x moltiplicatore

Calcolo dell’imposta: il calcolo dell’imposta deve effettuarsi applicando l’aliquota alla base imponibile come sopra determinata. L’imposta è dovuta in proporzione alla quota di possesso ed ai mesi dell’anno nei quali lo stesso si è protratto. Si considera per intero il mese in cui il possesso si è protratto per almeno 15 giorni.

Pagamento:
Il versamento deve essere effettuato in n. 2 rate scadenti il giorno 16 dei mesi di giugno e dicembre.
E' comunque consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno di ciascun anno.
Il versamento dell’imposta dovrà essere eseguito utilizzando il modello F24 (sezione IMU e altri tributi locali), indicando i seguenti Codici Tributo
• 3958 Tasi su Abitazione principale e pertinenze
• 3959 Tasi su Fabbricati rurali ad uso strumentale
• 3960 Tasi su Aree fabbricabili
• 3961 Tasi per altri fabbricati”
Il codice Comune da indicare è G716.
Non è dovuto il versamento se l’imposta dovuta per l’intero anno è inferiore a € 3,00

Download Regolamento TASI


15-05-2018 Letture al Museo


31-05-2018 Avviso data svolgimento della prova scritta Procedura selettiva pubblica per la copertura di 1 posto di categoria B3,


07-06-2018 Nuova Carta di identità elettronica


12-06-2018 Avviso apertura iscrizioni Campi Scuola estivi

Dal 12.06.2018 e fino al 22.06.2018 è possibile presentare le domanda per l'iscrizione ai campi scuola estivi per la scuola dell'Infanzia, la scuola primaria e secondaria di 1^ grado.
AI moduli compilati dovrà essere allegata la ricevuta del versamento.

Modulo iscrizione scuola dell'Infanzia (materna)

Modulo iscrizione scuola Primaria (elementari)

Modulo iscrizione scuola Secondaria di 1^ grado (medie)


15-06-2018 Pacchetto Scuola 2018-2019